60 articoli Articoli pubblicati in Life

Su la maschera!

Su la maschera!

Cantantessa o ballerina folk? No, mai. Contadinella? Forse una volta sola. Damina del ’600? Io no, forse mia sorella. Colombina? Uhm, non ricordo. Amazzone? Sì, una volta. (Chiedere a mia mamma). Hawayana? Sì, ma meglio dimenticare. Cow Girl? Sì, non so perchè. Crudelia Demon? Sì, e resta nella storia: con al seguito il mio cucciolo maschio vestito da cagnolino de La carica dei 101. Fatina? Oddio, sì e c’è anche traccia da qualche parte. E’ …

Continua a leggere →

M’è morto IL Preside

M’è morto IL Preside

M’è morto IL Preside. Ho da poco appreso, tramite Facebook, che m’è morto il preside Rizzo, il mio preside del Liceo Classico, il preside del mio Liceo Classico. Pare che la famiglia non abbia voluto rendere pubblico l’evento luttuoso e ne abbia dato notizia a Jonio calmo. Ma i social sono un mare in tempesta e le notizie volano, surfano sulle onde, si infrangono sulla riva e bagnano tutto. Non posso fare a meno di …

Continua a leggere →

Una nuova parola

Ho un nuovo vocabolo, un nuovo aggettivo. Lo ha inventato una mia alunna volendo dare una descrizione qualitativa al Villaggio di Babbo Natale di Torino. Conservo questa parola per giovedì. E poi vi svelerò perchè.

Continua a leggere →

Natale 2016

Natale 2016

Sarebbe bello se abbandonassimo gli egoismi e guardandoci allo specchio non ci vedremmo soli. Che ce n’è un grande urgente bisogno.

Continua a leggere →

FERMO il razzismo. E tu?

FERMO il razzismo. E tu?
Continua a leggere →

Tua figlia Espedita

Tua figlia Espedita

Oggi, 20 giugno 2016, desidero accogliere nel mio blog uno scritto di mia sorella, perché non si perda nell’oblio del trmpo che va… “A Papà, nel trigesimo della sua morte. Sono passati trenta giorni, Trenta giorni durante i quali ho potuto parlarti solo attraverso una fotografia. Durante i quali ho potuto solo ricordare il tuo profumo, i tuoi baci, i tuoi delicati silenzi. In questo mese ho dovuto fare i conti con la tua assenza, …

Continua a leggere →

Una macchina che

Bambina oggi mi dice: “Maestra, ho deciso: io da grande voglio fare la scienziata. E voglio inventare una macchina.” Ed io: “Ah, che bello, e che macchina?” E lei: “Una macchina che sconfigge il cancro”.

Continua a leggere →

Auguri di Natale

C’è un Natale che bussa alle porte. Si fa vicino e rumoroso. Ma non è alle porte degli usci delle case che si sente bussare. No, lui non bussa fuori, lui bussa dentro. Bussa alle porte dei cuori. Bussa e chiede di entrare nel profondo dei cuori. E chiede una cosa sola: “Appaciare”. Questo verbo, nel mio dialetto, significa “fare pace”, “portare pace”, “mettersi d’accordo “. Ecco, per il Natale voglio augurarVi di “Appaciare” quanto …

Continua a leggere →