8 articles Tag scuola

Nulla per scontato

Nulla per scontato

Questo cielo di Torino va a chiudere il mio primo giorno di scuola del nuovo anno. Sembrerebbe un cielo scontato, in fondo ogni giorno abbiamo un’alba ed un tramonto. Ma mai, nessuna alba è uguale ad un’altra alba e mai nessun tramonto è uguale ad un altro tramonto. E’ per questo che si ripetono. Mai dare per scontato alba e tramonto. Stamattina ho iniziato la giornata con il messaggio di Alessandro D’Avenia sul Corriere della …

Continua a leggere →

Una macchina che

Bambina oggi mi dice: “Maestra, ho deciso: io da grande voglio fare la scienziata. E voglio inventare una macchina.” Ed io: “Ah, che bello, e che macchina?” E lei: “Una macchina che sconfigge il cancro”.

Continua a leggere →

L’educazione al tempo delle migrazioni

L’educazione al tempo delle migrazioni

Zygmut Bauman, il sociologo e filosofo polacco cui appartiene la definizione dei moderni concetti di “società liquida” e “omogeneizzarsi”, è stato tra gli ospiti illustri del X Convegno internazionale sulla qualità dell’integrazione scolastica e sociale, organizzato dal Centro Studi Erickson e tenutosi a Rimini dal 13 al 15 novembre. Durante il suo intervento ha dialogato con Riccardo Mazzeo sul tema dell’educazione al tempo delle migrazioni. Ne ho ricavato quanto segue. Il sociologo è partito dall’analizzare …

Continua a leggere →

In principio erano le arance

In principio erano le arance, quelle da comprare, chè qui a Torino non c’è nessuno che te le regala come a casa, dove amici e parenti hanno terreni con “alberi di Natale” su cui crescono in abbondanza quelle palline arancioni. Qui le arance si comprano. Ed io quest’anno ho avuto la mia prima volta: per la prima volta in vita mia ho comprato le arance. Un avvenimento così importante che mi ha fatto registrare la …

Continua a leggere →

Vanità di vanità

Vanità di vanità

Giovedì. Gnocchi? No, Attività Alternativa alla IRC (Insegnamento Religione Cattolica). Stamattina la cosa che mi ha più colpito, leggendo le news su internet, è stato giusto il passo del Vangelo odierno. Un passo che parla (come spesso accade, se non sempre) anche a chi non crede: “Chi di voi se ha cento pecore e ne perde una, non lascia le novantanove nel deserto e va dietro a quella perduta, finchè non la ritrova?…” (Luca 15,1-10). …

Continua a leggere →

UBUltimo

UBUltimo

Certo, lo so. Ne è passato di tempo dall’UBU numero Tredici. Circa due mesi. E vi avevo promesso l’UBU ultimo che non è poi arrivato, nonostante la fine dell’estate. Di quell’estate da calendario, però; non certo di quest’estate climatica che pare non voglia saperne di andar via. E così, oggi, giorno che diventa più corto per via del ritorno dell’ora solare e che ci ricorda che l’inverno deve ancora venire, mi sembra il momento giusto …

Continua a leggere →

UBU numero Dodici

UBU numero Dodici

Tanto tuonò che piovve. Si si, dopo tutte le meravigliose foto di Stretto, nuvole e fulmini, anche noi Jonici stasera abbiamo avuto il nostro bel da fare con il cielo elettrico. Certo, ha fatto belle scenografie ed effetti speciali: rumore, vento forte, nuvole nere e rapide, lampi, fulmini, tuoni, ma poi il regista ha deciso che era un cortometraggio e dopo un quarto d’ora ha detto “Stop! Buona!” Buona per farci rimanere in casa a guardare …

Continua a leggere →

Ancora un esame

Ancora un esame

Sarà pure finita la scuola oggi, ma mi tocca studiare. Domani ho un esame importante e devo prepararmi. Eh, ma non pensate che finora io abbia perso tempo e mi stia mettendo a studiare adesso, in stile “memorizzo tuttoinunanotte”. No, no. Per questo esame speciale, bisogna prepararsi a rispondere a delle domande su se stessi, e son cose che si sanno già. E si sanno bene. Però un ripasso è  meglio farlo. Allora, vediamo. Dovrò …

Continua a leggere →