0 Flares Filament.io 0 Flares ×

CoviDiario    Da quando è cominciata questa emergenza, passiamo gran parte del nostro tempo a contare. Siamo diventati bravissimi! Le occasioni ci vengono date dal numero dei Decreti, dal numero delle Ordinanze, dal numero di Modelli di Autocertificazioni. All’esame di matematica avremo tutti un bel voto.
Poi, stiamo esercitando anche le capacità ermeneutiche, di interpretazione delle fisolofie che sottendono alle scelte governative (nazionali, regionali, comunali), ma qui ci vorrà più tempo, non tutti siamo pronti ad andare a riprendere Aristotele, Platone & C.
E ancora, stiamo allenando la capacità di interpretazione giuridica, soprattutto laddove il tipo letterale è totalmente differente dal tipo logico .
Da due giorni, per esempio,  si discute sull’ultimo DPCM (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, lo scrivo perchè non tutti lo sanno e in questo periodo l’acronimo potrebbe sembrare un disinfettante), che dal 4 maggio dovrebbe allentare le restrizioni dei mesi scorsi. Su tutti i provvedimenti adottati, uno in particolare fa discutere: “si considerano necessari gli spostamenti per incontrare congiunti purché venga rispettato il divieto di assembramento e il distanziamento e vengano utilizzate le mascherine“. La parola congiunti ha suscitato parecchie discussioni su quali persone debbano essere ricomprese nella definizione del termine. Tra tutte le declinazioni possibili, il Governo ha chiarito che anche gli “affetti stabili” debbano essere ricompresi tra i congiunti. Ma anche questa è una nuova denominazione e, dunque, sorgono altri dubbi: chi, quali sono gli “affetti stabili”? Vale la pena di considerarli?
Ecco che, per rispondere a queste domande, non può che venirci in aiuto la meteorologia.
Gli affetti pare siano come il tempo atmosferico e, pertanto, possono essere  associati ai seguenti aggettivi meteo:
Burrascoso: quando l’affetto presenta tratti di tempesta e può preannunciare l’arrivo di un uragano. Visite sconsigliate, allerta 5.
Caldo: se è adeguato al periodo è piacevole. Di solito si associa ad un anticiclone, pertanto potrebbe essere consigliata la visita ma la mascherina potrebbe dare fastidio.
Instabile: quando l’affetto attraversa periodi con giornate di velature, poi giornate di solicello, poi giornate di vento girabandiera, poi anche qualche pioggia. Ecco, qui, prima di fare visite, sarebbe bene rifletterci un po’.
Mite: è tipico di quell’affetto che si mantiene con temperatura costante: non troppo caldo, non troppo freddo,  una indecisa via di mezzo che rende tutto piatto, insomma. Visite? Anche no.
Perturbato: è quell’affetto che presenta forti possibilità di pioggia anche a carattere temporalesco, grandinate, nuvoloni grigi o neri, gelate notturne, brina mattutina, rinfreschi pomeridiani, escursioni termiche organizzate a vostra insaputa. Visite?! Cosa aspettate ad attivare la massima distanza di sicurezza?
Soleggiato: è quell’affetto che ti illumina e ti scalda. Ma siccome è sempre soleggiato, potrebbe scaldarti troppo, fino a farti bruciare. E a che serve la visita?
Sereno: quando l’affetto è privo di perturbazioni o di nuvole. Cielo terso, azzurro nitido, canti d’uccelli, natura rigogliosa, aria di libertà. Subito una visita, ma non troppe!
Nuvoloso: quando l’affetto è coperto da nuvole, non è limpido, non è azzurro pieno, c’è qualche lievissima perturbazione, potrebbe piovere. Una visita ogni tanto.
Stabile: quello che ci interessa. L’affetto stabile appare controverso. Può essere, infatti, stabile nel sereno oppure stabile nel perturbato, o stabile nel soleggiato, o stabile nel burrascoso. Non si capisce la stabilità a cosa debba essere associata affinché siano consentite le visite. E posto quanto specificato sopra, questo stabile ,così com’è, dovrebbe non essere contemplato.
Meglio sarebbe, ordunque, consentire, per decreto, le visite agli affetti che presentano carattere di nitidezza, di floridità, di libertà, con qualche lievissima, impercettibile perturbazione che movimenta un attimo l’atmosfera; quegli affetti che da oggi chiameremo del sereno poco nuvoloso.

 

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Pin It Share 0 Filament.io 0 Flares ×
Share