Sentire la “voce” dei giovani musicisti

Sentire la “voce” dei giovani musicisti

“Il fatto è che dal 2006, anno d’istituzione, non ho mai saputo se il mio 5perMille sia giunto a destinazione e non so se e come sia stato utilizzato. Mentre sull’8perMille sappiamo che “il Don” ha realizzato scuole per gli ex bambini-soldato ugandesi, le cucine popolari a Padova, il centro per anziani soli a Pantelleria, la casa per le bambine abbandonate di Calcutta, l’assistenza ai detenuti (e se non ci credete, chiedete a loro…), sul …

Continua a leggere →

Non c’è Pasqua senza

Non c’è Pasqua senza Ultima Cena. Non c’è Resurrezione senza Morte. Non c’è Rinascita senza Fine. Con la speranza che ogni Fine sia sempre il seme di una Rinascita, Auguri di Buona Pasqua! Mara Rechichi opera in legno di Daniela Galluzzo @rocciolo

Continua a leggere →

Buon Anno Nuovo, è il 2018!

Per farvi gli Auguri per il 2018: Avrei potuto cercare tra le Poesie Avrei potuto prendere  dai Libri Avrei potuto chiedere alla Musica Avrei potuto interrogare il Cinema Avrei potuto implorare la Danza Avrei potuto rubare alla Pittura Avrei potuto linkare un Gattone animato Avrei potuto scattare una Fotografia Avrei potuto armeggiare con la Scrittura. Invece, cercando tra i miei neuroni, ho avuto una giunzione sinaptica che mi ha indotto a condividere l’Augurio più bello …

Continua a leggere →

Auguri di Natale

Auguri di Natale

Cliccate qui

Continua a leggere →

Che rumore fa la felicità

Che rumore fa la felicità

Ci risiamo! Un’altra levata di scudi da parte di molte donne indignate perchè qualcuno ha, di nuovo, intaccato la donna con stereotipi antichi che la vogliono ancora chiusa tra quattro mura domestiche. Stavolta tocca all’azienda produttrice di gioielli “Pandora”. Il pubblicitario di Pandora si sarebbe macchiato di vilipendio della donna attraverso un megamanifesto pubblicitario con chiaro intento stimolante al consumismo natalizio. Il manifesto incriminato lo vedete in foto, recita: UN FERRO DA STIRO, UN PIGIAMA, …

Continua a leggere →

Ventinove chicchi di risotto

Ventinove chicchi di risotto

Guardate: cosa c’è nel piatto? Probabili risposte: l’assaggio durante la cottura; quel che resta di un risotto con la zucca; ventisette chicchi di riso, o forse ventotto; magari ventinove. Niente di tutto questo. Anzi, qualcosa di tutto questo.  Sì, ho cucinato un risotto con la zucca piacentina e, vi rassicuro subito, ne ho mangiato un piatto pieno. Però, al momento di impiattare ho voluto fare un esperimento: stupire i commensali, presentando i piatti così, come …

Continua a leggere →

Ho i bimbi di prima che sono i bimbi di adesso

Quest’anno ho ricominciato da capo. Avendo avuto l’anno scorso, una classe quinta quest’anno m’è toccata la prima. Ho lasciato i ragazzi di quinta per avere i bimbi di prima. I bimbi di prima non sono i bimbi di “prima”, sono i bimbi di “adesso”. Sono i bimbi che ogni giorno ti fanno scoprire qualcosa. Per esempio, oggi. Durante l’intervallo del dopo pranzo, Bambina ha deciso che non doveva giocare con i compagni ma che doveva …

Continua a leggere →

La ricetta dell’immensità

La ricetta dell’immensità

Stavo in piedi, stamattina, nella piazza di Gioiosa Jonica davanti al Complesso Bandistico Città di Gioia del Colle; raccolta in silenzio ascoltavo le note de Il pescatore di perle di Bizet. Stavo lì perché se ci fosse stato mio padre, saremmo stati lì; perché lui adorava le bande. E proprio mentre veniva eseguita l’aria più triste, mi giungeva la triste notizia della dipartita del fondatore dell’Orchestra giovanile di fiati di Delianuova, la mia preferita, la …

Continua a leggere →