Monthly Archives: settembre 2015

R.I.P. Pietro Ingrao

R.I.P. Pietro Ingrao

Mi rimane impressa l’importanza che hai dato al silenzio. Grazie per questi 100 anni! R.I.P. Pietro Ingrao.

Continua a leggere →

Miss Italia, avrei voluto vivere

Miss Italia, avrei voluto vivere

Casomai Alice Sabatini, neoeletta Miss Italia 2015, fosse a corto di idee, mi viene da darle qualche suggerimento, come si fa a scuola quando si viene interrogati: Avrei voluto vivere ai tempi di Penelope, che tanto il mal di mare veniva ad Ulisse. Avrei voluto vivere ai tempi di Cassandra, che tanto la disgrazia colpiva Paride. Avrei voluto vivere nel 1492, che tanto quella scoperta era l’America. Avrei voluto vivere nel 1789, che tanto quella presa …

Continua a leggere →

E come…Umani che ce la possono fare

E come…Umani che ce la possono fare

Nel suo editoriale pubblicato sull’edizione odierna, il direttore de La Stampa, Mario Calabresi, espone le ragioni per le quali ha deciso di far pubblicare al suo giornale la foto della Reuters-Nilufer Demir-DHA che ritrae il corpicino esanime di un bambino siriano sulla spiaggia di Bodrum, città turca. Condivido in pieno ciò che dice e che riporto integralmente in calce a questo post. La frase che mi trova maggiormente d’accordo è la seguente: “Non si può più …

Continua a leggere →

Il vero Capodanno

Arriva in silenzio ogni anno, senza botti, nè fuochi d’artificio. Forse qualche coriandolo, qualche stella filante. Niente stelline scintillanti. E’ Capodanno, il vero Capodanno, è il Capodanno della Scuola. Per noi insegnanti, infatti, gli anni non cominciano il primo gennaio, ma cominciano il primo settembre e i nostri anni non hanno quattro numeri, ne hanno otto, perchè contengono due anni solari. Siamo noi che abbiamo inventato l’ordine delle stagioni: autunno, inverno, primavera, estate. Camminano con …

Continua a leggere →