Ci siamo, mancano pochi minuti e sarà di nuovo Sanremo. Checchè se ne dica, lo si può amare, lo si può odiare, lo si può snobbare, il Festival della canzone italiana è un evento. Nazional-popolare? Si, certo. Ma cosa c’è di più bello di una, una sola settimana (neanche tutta) di sentimento nazional-popolare in questo dissociarsi continuo da tutto ciò che è nazionale, da tutto ciò che è popolare, da tutto ciò che è italiano? …