0 Flares Filament.io 0 Flares ×

La Calabria è quella cosa che nel dialetto ti trasforma le parole nel breve tratto di pochi metri, così che , per esempio, campanello lo dici campanellu, ti sposti di poco e diventa campaneju, vai avanti e senti campanegliu, più in là e dici campaneddhu, cambi zona e diventa campanedu,  e ancora vai fino a kudùni, parola che appartiene alla lingua grecanica ancora parlata nell’area geografica di Bova, dove un gruppo di giovani cerca di mantenere viva questa lingua organizzando “To ddomadi greko”, la settimana greka, scuola estiva di lingua greca di Calabria che é in pieno svolgimento fino a domenica 11; non ho notizia di iniziative simili nell’area cosentina albanese dove ancora si parla e si vive l’arbëreshe, in questa Calabria una e quattrocentoquattrina.  #comedici

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Filament.io 0 Flares ×
Share